Con il Comune unico non sarà mai eletto Sindaco un rappresentante di un paese piccolo

FALSO! Con il Comune unico, per la prima volta, un Sindaco sarà il rappresentante dell’intero territorio ed avrà con sè una squadra altrettanto rappresentativa. Non conteranno i voti a livello di singolo paese ma in totale. Ogni lista o partito deciderà liberamente come arrivare alla definizione delle liste (primarie, assemblee, ecc…)

Il Sindaco eletto farà ovviamente gli interessi del suo paese.

FALSO! Oltre al Sindaco ci sarà una Giunta composta da altri 4 Assessori tra cui un Vicesindaco. Si avranno poi 12 Consiglieri comunali eletti. La rappresentanza territoriale sarà peraltro garantita dai Municipi (cinque, uno per paese) che vedranno elette 5 persone per ognuno e il cui Presidente parteciperà con poteri consultivi alle Giunte ed ai Consigli Comunali – Diventerà sindaco, chi riuscirà tramita la bontà del suo programma a convincere i cittadini: il sindaco sarà un uomo o una donna delle Cinqueterre. I Presidenti dei Municipi osserveranno con attenzione l’operato della giunta affinché tutti borghi saranno trattati nella stessa maniera.

Va bene, ma la Via dell’Amore? E come saranno decisi i lavori e le opere da fare?

Tutti i Comuni hanno oggi a disposizione monumenti che gestiscono in autonomia, la Via dell’Amore ne è il simbolo più famoso e conosciuto. Gli introiti derivanti da questi monumenti verranno pertanto gestiti in modo da “riservare” una parte degli stessi per i paesi a cui appartengono.
Nella pianificazione dei lavori si terrà conto di priorità e di urgenze. Le decisioni non saranno prese per paesi ma saranno assunte in base ad una pianificazione attenta da parte dell’Amministrazione locale.

Gli indirizzi omonimi, es: Via Roma? Come fa il postino a riconoscere?

Secondo la legge Delrio anche in seguito ad una fusione si possono mantenere i vecchi CAP, es. Vernazza sarà 19018 Cinqueterre Vernazza (o viceversa) e quindi chi abita in Via Roma a Vernazza avrà il CAP diverso da chi abita in Via Roma a Monterosso.

Ma se avremmo 5 Municipi costi esploderanno?

No! I rappresentanti/consiglieri di municipi, svolgeranno la loro funzione in assoluta gratuità, l’Ente del Municipio non avrà nessun obbligo legale anche se prevista la partecipazione dei Presidenti di Municipio alle Giunte.
Solamente al Comune spetta la responsabilità legale.

Il referendum quanto costerà ai singoli Comuni? Non è una spesa in qualche modo inutile?

Le spese del referendum sono sostenute totalmente da Regione Liguria. I singoli Comuni non dovranno esborsare nulla.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi